#30 – Arancini !!!

Ok ho fatto un po’ di ritardo, visto che le foto sono abbastanza datate (sì la preparazione risale a San Silvestro ^^’), ma sto progettando una serie di articoli sulle build da utilizzare su Diablo3. E ora che è uscita la patch con i duel sul PTR c’è molta carne al fuoco.
Intanto veniamo a noi: mi piacciono molto gli arancini e ho faticato un po’ prima di trovare la ricetta perfetta, ma vi assicuro che questi sono paragonabili agli arancini delle migliori rosticcerie.
La fotocamera era piuttosto pietosa purtroppo…

Ingredienti
Per il ragù di soia:
g 100 di granulare di soia disidratata
1 cipolla
1 costa di sedano
g 700 passata di pomodoro
g 100 piselli
Semi di finocchio, un pizzico
Olio
Sale e pepe nero

Per la besciamella:
200 ml di latte
20 g di farina
20 g di burro
sale

Per il riso:
Riso g 500
1,2 lt. di brodo vegetale
3 bustine di zafferano
Ragusano grattugiato o pecorino

Panatura:
3 uova
3 cucchiai di farina
Pangrattato preferibilmente di pane di grano duro
Sale

200 g di formaggio molle a dadini (prediligo la mozzarella)
Olio per friggere

Procedimento:
Preparate il ripieno in anticipo. Ammollare la soia per 20 minuti e strizzarla. Tritare la cipolla e il sedano e far appassire in casseruola con un filo d’olio. Unire il granulare (sfumare con il Marsala se preferite) e aggiungere i semi di finocchio. Salare e far insaporire. Versare la passata di pomodoro e pepare abbondantemente. Unire i piselli e lasciar cuocere per 40 minuti finchè non diventa abbastanza denso. (ovviamente non l’ho usato tutto per il ripieno, ma buona parte per condire la pasta come un normale ragù)
Per la besciamella sciogliere in un pentolino sul fuoco il burro e la farina. Versare a filo il latte tiepido e continuare a girare per evitare che si attacchi. A bollore mescolare per 5 minuti fino alla consistenza desiderata e salare.
Per il riso, portare a ebollizione il brodo e versarlo, cuocerlo senza coperchio per circa 16 minuti. Stemperare lo zafferano in pochissimo liquido e unirlo al riso. Aggiungere il formaggio grattuggiato.
Fate raffreddare completamente il riso e procedere al modellaggio delle arancine. Potete farlo normalmente con le mani oppure usare delle semisfere rivestite di pellicola trasparente. In questo modo verranno tutte della stessa misura e eviterete di bagnare le mani nell’acqua di riso o impiastricciarvi. Riempire la semisfera con il riso e formare un buco dove adagiare abbondante ripieno e i pezzetti di formaggio. Richiudere con un’altra calotta di riso.
Attenzione a non sporcare i bordi altrimenti sarà difficile chiuderle e potrebbero aprirsi durante la frittura. Con questa ricetta verranno circa 12-13 arancini abbastanza grandi.
Adesso dovrete prepare una pastella con 3 uova, 3 cucchiai di farina e un pizzico di sale. Rotolare delicatamente le palline di riso nella pastella e passarle nel pangrattato. Di pangrattato ne occorrerà circa 300-350 grammi.
Friggere gli arancini immergendoli completamente in olio di semi molto caldo finchè non assumono la tipica doratura.

Per il ripieno è molto buona anche la variante alla norma, o il classicissimo arancino al ragù di carne (al posto della soia potete utilizzare circa 400 g di macinato di carne), o con un sugo di funghi in bianco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...