#6tris – Messina, 4° Notte della Cultura 25/02/2012 [3/3]

La Chiesa di Sant’Elia subito accando Maria Alemanna, riccamente decorata ma “rovinata” dai nuovi dipinti che stanno rimpiazzando i precedenti ormai sbiaditi



Solo questo sulla volta si salva tra i nuovi affreschi.

Stiamo per finire il giro, quando entrando nella Camera del Commercio ci assalgono profumi floreali e campestri. Sorpresona con la manifestazione floreale al piano terra durante la quale fioristi di Messina e provincia hanno confezionato mazzolini da regalare ai visitatori, intrattenuti dal giardino organizzato al centro della struttura, con a lato composizioni floreali di vario genere.


Al primo piano mostra insecta davvero bella, ma di cui non c’è nemmeno una foto. Più di 7000 esemplari di insetti da tutto il mondo in una collezione vasta e variopinta.

Alla Banca d’Italia invece in mostra “Veduta di Messina” del ‘600 di autore anonimo

Dopodichè visitina al Museo Regionale (le foto sono di repertorio, non di quel giorno). In esposizione diverse opere di Antonello da Messina e pittori del suo tempo,

Polittico di San Gregorio – Antonello da Messina
mobilio del XVII secolo, oggetti del Duomo di Messina, panche in legno di noce riccamente intarsiate, troni ecclesiastici, mostra di ceramiche antiche e l’opera principale:

Adorazione dei pastori – El Greco
Vi assicuro che vederlo dal vivo è un’emozione unica. Questo qui sopra a confronto è uno scempio. Il forte contrasto di colori, la luce che illumina la scena proveniente dal corpo di Gesù Bambino, la composizione dei corpi: imperdibile.

Piccola chicca: la luna con sorriso di Cheshire Cat che ci ha accompagnato in questo percorso.

Gli appuntamenti mancati:
Oltre le mostre fotografiche e i vari concerti d’arpa, chitarra e organo persi, ecco qualche assaggio di bello che c’era in giro.
Per la domenica 26 visita a tutti i Forti nonchè ai siti archeologici e combattimento in abiti d’epoca tra soldati di Carlo V.


Mostra d’Arte Contemporanea “artisti centopercento” al Vittorio Emanuele II


Chiesa dei Catalani

Arsenale Militare

Tango alla Galleria Vittorio Emanuele

Castel Gonzaga

Forte San Salvatore

Chiesa del Ringo e cripte


Cripta del Duomo



Chiesa dello Spirito Santo

Monastero di Montevergine e chiesa di Sant’Eustochia

Santuario di Cristo Re

Santuario di Montalto

e chissà quant’altro

Discutibile la scelta di concentrare un calendario tanto ricco in una sola sera/notte. I servizi pubblici messi a disposizione del Comune insufficienti (aspettare 20 minuti e oltre per un tram è inaccettabile in una giornata del genere). E soprattutto diverse strade e luoghi da visitare erano sporchi! Pulire prima di consegnare la cultura messinese ai suoi cittadini dovrebbe essere il minimo necessario, e per importanza va ben oltre il numero di eventi presentati. Spero che ci si renda conto che Messina è una città piena di storia e di cultura data in mano a degli incapaci. E ce ne si riappropri.

Alla prossima Notte…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...