#6 – Messina, 4° Notte della Cultura 25/02/2012 [1/3]

Avendolo saputo solo qualche giorno prima, il tempo per l’organizzazione e lo studio del percorso è stato molto “veloce”. E soprattutto troppe mete da vedere! Ma parliamo dell’itinerario alla scoperta di una nuova Messina, piena di siti storici in parte non fruibili durante tutto l’anno. Evidenzio in rosso quello che mi è piaciuto.
Dalle 4 circa la prima meta (purtroppo chiusa) è stata una sperduta chiesa di Santa Maria Incoronata a Camaro superiore. Ma come potevano pensare di iniziare alle 18.00 e lasciare solo 6-7 ore per girare tutti i luoghi sulla cartina. La Guida è un libricino interminabile!

camaro


Il Museo Jacobeo all’interno non è era aperto, come la chiesa, per cui speriamo per le prossime volte di rimediare.

Dopo io e mia sorella siamo passate a vedere la mostra fotografica “Oltre la siepe” di Giulio Conti, ma praticamente non siamo nemmeno entrate perchè non era il nostro genere. Sembravano tanti fotomontaggi riusciti male.
Tappa alla chiesa di Santa Maria dei Marinai e al Vascelluzzo custodito all’interno.


Il vascello poggia su una base d’argento incisa col motivo ad onde marine ornata con foglie e fiori; sulle facce vi sono raffigurati i volti che secondo la tradizione sarebbero i marinai fondatori della confraternita di S. Maria di Portosalvo.

Vi sono inoltre quattro medaglioni con le effigi della Madonna della Lettera, di S. Alberto con la Bibbia e un giglio, S. Placido insieme ai fratelli e la Madonna di Portosalvo con la veduta di Messina.

L’aquario di Messina invece quest’anno aveva meno vasche e meno pesci :\ really bad…


La nostra amica cernia è diventata il doppio dell’anno scorso!

Alla chiesa di San Giovanni di Malta qualche foto in esterno è stato possibile farla. E’ un opera di Giacomo Del Duca, allievo di Michelangelo.


Com’era in origine, mentre dopo il terremoto è stata ridotta alla sola abside.

La struttura resistette a terremoti e bombardamenti, grazie alla sua tipologia costruttiva eseguita con blocchi di pietra calcarea di dimensioni molto piccole.

Visita al Museo dei tesori e dell’argento


Dopo il sisma del 1908, nel 1925 la chiesa venne riaperta al culto ma del suo splendore originario resta certamente molto poco.


Visita al Saccello fatto costruire nel V secolo da S. Placido, trucidato dai saraceni insieme ai fratelli Eutichio, Vittorino e Flavia.


L’abside sopravvissuta al terremoto.

Il Palacultura era davvero enorme e pieno di eventi e mostre. Difficile dividersi tra quadri d’arte contemporanea, sculture in ferro, nuove composizioni architettoniche. Non ho trovato invece la mostra fotografica di Agnes Spaak, che peccato!

Qui le sculture in ferro battuto di Fitalia.

Presente anche una mostra sul MAXXI: Spazi per l’arte contemporanea.



E alcuni quadri in mostra all’interno

La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, molto affollata, riunisce dipinti di differenti autori.

La raccolta di Scarfì e De Fichy invece non mi ha preso. Ma ugualmente interessante. Le foto “Messina prima del terremoto” visionate molto velocemente per la mancanza di tempo :( .

Sulla strada abbiamo potuto anche ammirare la cupola del Santuario di Cristo Re illuminata di notte.

Al monte di Pietà qualche foto già era stata fatta per cui ci siamo concentrante sulle zone non visitate.

Prima e dopo il terremoto

Alla chiesa di San Tommaso il Vecchio, costruita nel 1530 frutto di rimaneggiamenti di un complesso d’epoca tardo bizantina e normanna (XII-XIII sec.), esposizione di icone bizantine dell’Accademia delle Arti.

Al teatro Vittorio Emanuele II la mostra al piano terra (Percorso al buio) non era particolarmente interessante, invece ci siamo perse la Mostra d’Arte Contemporanea di “artisti centopercento” che apriva verso le 21 ai piani superiori.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...