#4 – Prince of Persia

Recupero un vecchio commento un po’ tagliuzzato, con qualche personale analisi sul Principe di Persia.

Genere: Action-Adventure Game

Prince of Persia – Warrior Within (PC)

prince
Dopo 7 anni dalle vicende narrate in “Le sabbie del tempo” (1° capitolo della saga), il Principe torna a Babilonia inseguito da una nuova e mostruosa creatura, il Dahaka, l’incarnazione immortale del Destino, creatasi per una fenditura nella Linea del Tempo, causata dall’uso da parte del Principe delle Sabbie del Tempo per salvare il suo regno e Farah dal Maharadjah. Il Principe decide di andare sull’Isola del Tempo, trovare un mezzo per tornare indietro e impedire la creazione da parte dell’Imperatrice del Tempo delle Sabbie, annullando il compito del Dahaka.

Longevità buona, differenti scenari e giocabilità migliorata grazie alla possibilità di utilizzare piccole Scorte di Sabbia per rallentare il tempo, tornare di poco indietro per correggere gli errori, o per mettere in atto attacchi devastanti! L’unica nota dolente da segnalare è il tipo di salvataggio a intermezzi un po’ scomodo.
nemico
Il principe dark ha subìto un cambiamento drastico dal 1 al 2 capitolo della storia. Se nel primo capitolo l’atmosfera era più quella di “Le mille e una notte” e il principe assomigliava più all’eroe senza macchia intento a portare pace e stabilità, in Warrior Within a fare da padrone sono paura e violenza più che coraggio ed eroismo, cosa che si nota già dal video iniziale, dove il Principe fugge veloce e terrorizzato da una creatura nera e oscura, il Dahaka…
Sala

Gli sviluppatori hanno reso il nostro agile Principe più gotico, collocandolo in un’isola sconosciuta, con alcune ambientazioni a dir poco orrorifiche. Taglio asimmetrico, armatura metallica, cicatrici e tatuaggio al braccio rendono il Principe ora più che mai simile a un guerriero crudele e implacabile, distaccandosi notevolmente dall’eroe/ragazzo pronto a salvare il palazzo reale del padre nel 1° capitolo. Ora è pronto per combattere!
decap
Cambia radicalmente il suo obiettivo, del tutto soggettivo ed egoista, ed è pronto a uccidere chiunque voglia ostacolarlo. Il tutto è coronato da attacchi più spietati e macabri (abbondano decapitazioni, squarciamenti, dicotomie cerebrali e quant’altro!).
S e K
Vengono presentati all’interno del gioco due personaggi femminili, Shadee e Kaileena. Shadee è incaricata di tornare nel Presente (il suo futuro in realtà) per eliminarlo sulla nave prima che sbarchi sull’Isola, tramite particolari Portali che possono essere usati per i passaggi tra Presente e Passato.
Kaileena invece si scoprirà essere l’Imperatrice del Tempo stessa, ossessionata come il Principe da ciò che ha in serbo il Destino per lei, ne è ancor più tormentata dato che conosce esattamente le circostanze della sua morte.
Cercherà in tutti i modi di impedire al Principe di raggiungere il suo obiettivo, ma lo scontro sarà inevitabile. “Solo uno di noi due può ingannare il suo destino oggi”, ma in realtà il Destino beffardo ingannerà entrambi…
E’ il Principe a essere l’artefice della sua stessa fine, poichè uccidendo Kaileena sarà LUI a creare le Sabbie…

Sei un illuso Principe. Qualsiasi cosa tu faccia non ci riuscirai, proprio come me. Fallirai come ho fallito anch’io! [Kaileena]

Ormai arreso all’imminente sopraggiungere del Dahaka, il Principe si lascia prendere dallo sconforto per non essere riuscito a far nulla, quando scopre l’esistenza di un manufatto, la Maschera dello Spettro, in grado di dare una Seconda Chance a chi la indossa.
Spettro

Io sono l’artefice della mia stessa fine. [Prince]

Una volta indossata il Principe si trasforma nello Spettro Delle Sabbie, tornando a ritroso nel tempo per correggere l’errore commesso. Il secondo e decisivo scontro finale porta a due epiloghi alternativi. Nel primo il Principe si confronterà nuovamente con Kaileena ma stavolta nel Presente, creando comunque le Sabbie del Tempo che verranno assimilate dal Dahaka; il secondo finale invece (e quello che dà più soddisfazioni) si combatterà contro il Dahaka in persona con l’aiuto di Kaileena, che dopo andrà con il Principe a Babilonia. Qualunque finale sbloccherete però si ritornerà a una Babilonia in fiamme.
Dahaka
Qualcosa di più enigmatico invece si nasconde nella figura del Dahaka, l’impersonificazione del Destino, un essere mostruoso simile a un minotauro nero, con le corna asimmetriche, la capacità di allungare dei tentacoli dal ventre e di parlare all’incontrario con frasi come “Non puoi sfuggire al tuo Destino”, “Nessuno può opporsi a me” etc etc.
ambienti
Gli scenari sono di impatto grafico eccellente, con fondali curati e abbastanza realistici. Diverse possibilità di movimento del Principe durante i combattimenti e le acrobazie (camminate sui muri, salto delle trappole, discese lungo le tende e altro ancora), curati nei minimi dettagli!
trappole
Sono inoltre facilmente percorribili eccetto la Sala degli Ingranaggi dove mi sono persa più volte… Si può godere di un’alternarsi di trappole, pavimenti chiodati, travi, aste, teloni ed enigmi, ben orchestrate con combattimenti svolti in ampi spazi da utilizzare come vere e proprie arene. Spesso bisognerà fare dei passaggi tra Passato e Presente, cosa che aumenta la longevità del gioco, permettendo di vedere lo stesso luogo ma in due momenti differenti, apprezzando la prosperità e la ricchezza in un tempo, il degrado e la rovina nell’altro. Molti sono gli scenari all’interno del Palazzo capaci di incutere un misto di timore, ansia e turbamento.
combo
Vario è sia il set di armi disponibili sia le combo di combattimento consentite. Ampia possibilità di personalizzazione del proprio stile di combattimento e grandi soddisfazioni per gli amanti del macabro e delle mosse acrobatiche.
chimera
Sono presenti differenti tipi di nemici: si spazia dalle guerriere ninja agli uomini corvo, dai lupi ai mostri esplosivi, dai guerrieri armati ai giganti, etc….

Il genere di musica metal utilizzato all’interno del gioco e in particolare dei combattimenti ben si sposa con gli ambienti percorsi dal Principe (e io lo adoro). Nota dolente è il doppiaggio di alcuni personaggi, principalmente la voce del Principe non convince.

E se a metà del finale il Principe afferma di aver cambiato il suo destino, il video termina con la stessa frase con cui è iniziata l’avventura “Non puoi cambiare il tuo destino…Nessun uomo può” e con la constatazione che Babilonia è stata razziata e distrutta dal nuovo nemico del nostro eroe.

Prince of Persia – The Two Thrones (PC)

Troni
A concludere la saga nel terzo capitolo si farà ritorno a Babilonia, controllata da un nuovo temibile nemico, il Gran Visir Zervan. Infatti avendo cambiato il futuro ha condannato se stesso e la città. Portando Kaileena fuori dall’Isola del Tempo ha annullato la creazione delle Sabbie del Tempo  che aveva utilizzato durante la prima avventura per uccidere il Visir. E al suo arrivo il nemico cattura l’amata Kaileena e la uccide causando, oltre il dolore per la perdita, lo scatenarsi di un Esercito di Sabbia al servizio del Visir.
Kaileena
Inoltre compariranno sul Principe, di ritorno dall’Isola Del Tempo, strane cicatrici, scoprendo presto che le Sabbie l’hanno corrotto, dando vita in lui al Dark Prince, il suo lato oscuro, feroce, violento. La fierezza si è tramutata in egoismo, il coraggio in una sete di sangue inestinguibile, ed i suoi nobili valori sono stati pervertiti dai più meschini desideri.
P- DP
Una mutazione morale, ma anche fisica, che si manifesta con l’apparizione di un tatuaggio malefico che si distende progressivamente sulla superficie del suo corpo. Più terribile ancora, il Principe sa che può lasciarsi dominare in ogni momento da suo ego corrotto, trasformandosi nell’“entità” che lo distrugge dal profondo, lentamente. Durante le esplorazioni spesso la sua parte malvagia parlerà guidando e spronando il Principe a compiere atti egoistici e crudeli.
stealth

Se sono spietato, sconsiderato e immorale è perchè tu lo sei. Non sono uscito dal nulla. Non sono stato evocato da un folle Visir. Io Sono Te. [Dark Prince]

P volo
Tornerà come personaggio fondamentale all’interno del gioco, affiancando il Principe, Farah, figlia del Maharaja d’India conosciuta nel 1° capitolo, anche se lei non si ricorderà di aver mai visto il Principe, in quanto  fu usato il Pugnale del Tempo per salvare il palazzo.
Farah
Gli enigmi e le esplorazioni rimangono pressocchè invariati, mentre i combattimenti diventano più ostici ma con l’aggiunta della modalità stealth e di combinazioni di attacchi molto scenici.
P albero
Anche i boss per essere sconfitti richiedono una tecnica specifica che mira al loro punto debole (bellissimo il bullet time sul boss finale). Interessanti i nemici, che durante l’uccisione di Kaileena sono stati contaminati come il Principe, tramutandosi in esseri molto più forti. Abbondano guerrieri, arcieri e cani delle sabbie, come anche molti boss di fine livello.
cani del tempo
Abbandonato lo stile grafico dark del secondo capitolo, I due troni addotta uno stile che può essere definito “nel mezzo” dei due predecessori.
Tecnicamente il gioco si appresta a livello decisamente buoni per gli ambienti dove le pavimentazioni e gli interni ricreano un’atmosfera suggestiva, e discreti per quanto riguarda i personaggi dove la sceneggiatura è buona ma deludente la scelta del doppiaggio.

Dark Prince

La tua rabbia, l’orgoglio, l’egoismo mi hanno dato forma e sostanza, mi hanno alimentato. [Dark Prince]

babilonia

Tutto ciò che è tuo spetta a me di diritto. E’ mio! [Dark Prince] 

Le locazioni di questo episodio suscitano stupore, permettendoci di fare una visita nella città bassa di Babilonia o di introdurci nei palazzi reali. I palazzi riccamente decorati contrastano con la povertà delle viuzze polverose.
interni
Allo stesso modo, la sensazione di libertà che si prova passeggiando sui tetti rende più soffocante la deambulazione nelle gallerie ed altri luoghi chiusi. Si passa dai giardini sospesi di Babilonia fino alle altezze della torre di Babele.
stealth
L’atmosfera sonora contribuisce all’immersione in questo universo con musiche meno esplosive e brutali del precedente, feroci ed aggressive, propendendo per sonorità più calme.
combo
catena
Aumentato il set di combo e le tecniche di esplorazione con la possibilità di scendere tra due colonne o issarsi sui muri tramite il pugnale, come anche la possibilità di usare la catena del Dark Price come appiglio o per attacchi letali.DP catena
DP

Ora più che mai vi è una tangibile scissione delle due personalità del Principe. Seguendo l’evoluzione del nostro eroe abbiamo già dal 1° capitolo uno sviluppo della parte più tetra e crudele, affiancata al carattere tipico dell’eroe (eroismo e altruismo). Man mano che si va avanti la parte dark si accentua, come si può notare in “Spirito Guerriero”, mentre ne “I Due Troni” si ha una netta separazione delle due componenti: avremo da un lato l’eroe protagonista della trilogia intento a difendere il suo popolo dal Gran Visir, dall’altro il feroce, vendicativo ed egoista Principe che abbiamo conosciuto in certi momenti, ed in particolare nel corso del secondo capitolo. Questo sdoppiamento è causato dalle Sabbie che corrompono il Principe, permettendo al suo lato oscuro di materializzarsi e avere vita propria, ma la presenza del Dark Prince era radicata anche prima della mutazione, dovuta ai 7 anni passati in fuga e al dolore per l’allontanamento e la perdita dei suoi cari.
“Sei libero Principe, il tuo viaggio è concluso” con questa frase sarà Kaileena a liberarlo dalle Sabbie, ma solo Farah lo aiuterà a riappacificarsi definitivamente con il suo lato oscuro durante la lotta che si svolge nella mente del Principe. Accetterà le conseguenze delle sue azioni e del suo comportamento egoistico e deciderà di servire il suo popolo seguendo l’esempio del padre morto, con coraggio e dedizione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...